Sperimentare un approccio partecipativo su
alcune politiche messe in campo dalla
amministrazione comunale di Portici (NA).

 

 

Gli Step:

1. cosa sta facendo la pubblica amministrazione?
2. cosa ne pensano i cittini e interlocutori privilegiati?3. cosa possiamo fare insieme?

 



Cosa

L’idea dell’apertura dei processi decisionali nasce dalla necessità di accorciare le distanze tra amministrazioni e cittadini, di aprire le maglie del policy making e renderlo più trasparente. La partecipazione risponde dunque alla volontà di rendere le decisioni pubbliche più inclusive, da un lato; dall’altro a fronte di una complessità sociale sempre crescente, il coinvolgimento di soggetti diversi, come portatori di saperi molteplici e complementari, risponde in particolare ad una necessità di colmare le sempre più evidenti asimmetrie informative. 

É cruciale che l’oggetto intorno alla quale il processo partecipativo si svolge sia definita nel modo più chiaro ed esplicito possibile; il rischio, al contrario, è quello che si producano delle aspettative generiche - quindi facilmente disattendibili - in chi partecipa e che le arene decisionali si trasformino in “sfogatoi” rispetto a problemi di natura diversa.

Come

Per questo è indispensabile strutturare un percorso chiaro ed individuare gli strumenti adatti per orientare il dibattito verso un obiettivo specifico e permettere al suo interno che tutte le posizioni vengono rappresentate adeguatamente.

Il percorso che proponiamo partirà dall’individuazione di uno o più temi che - insieme all’amministrazione comunale - verranno ritenuti cruciali e particolarmente rilevanti per la città siano essi legati a politiche di breve, medio o lungo periodo. è indispensabile che la discussioni si articoli intorno ad una decisione reale, nella piena disponibilità dell’amministrazione, dal punto di vista tecnico, economico e politico.

Sarà a partire da questi nodi individuati che si chiederà ai cittadini di dare il proprio contributo sia in termini di proposte che di integrazioni. Si aprirà in questo modo un percorso partecipativo, di co-decisione delle politiche in cui saranno previste diverse modalità di confronto sia on-line che off-line; il processo si concluderà con un momento di discussione e confronto che avrà l’obiettivo di strutturare i contributi emersi in forma di proposta.