Back to All Events

Un Miglio di idee

  • Villa Fernandes Via Diaz 155 Portici (NA) Italy (map)

Laboratorio di partecipazione per il riuso sociale di Villa Fernandez, bene confiscato alla criminalità organizzata.

Laboratorio di partecipazione per il riuso sociale di Villa Fernandez, bene confiscato alla criminalità organizzata.

L'amministrazione comunale di Portici, in vista della stesura del bando di affidamento dei locali di Villa Fernandez, ha avviato lo scorso febbraio un percorso di partecipazione che si concluderà con un laboratorio di sintesi. Questo ultimo incontro, che si terrà il giorno 24 ottobre dalle ore 15 alle ore 20 nei locali della villa confiscata, sarà coordinato da Aste&Nodi – agenzia informale di sviluppo locale – soggetto esperto nella ideazione e gestione di processi partecipativi che offrirà il suo supporto nella individuazione delle indicazioni progettuali da inserire nelle linee guide del bando di gara.

L'identificazione delle macro-funzioni, così come la divisione dei locali, sono elementi cruciali che possono determinare la riuscita del progetto. Per questa ragione è stato indispensabile coinvolgere i destinatari e i beneficiari dell'intervento nella loro definizione.

Il laboratorio

Durante il laboratorio del 24 ottobre, alle associazioni del territorio, ai giovani e, più in generale, ai cittadini di Portici, verrà chiesto di posizionare le idee progettuali emerse durante questi mesi su una pianta della villa; la tecnica che verrà utilizzata durante l’incontro, infatti, è incentra sulla necessità per i partecipanti di confrontarsi con la dimensione fisica del progetto. Scontrandosi con i limiti e le opportunità imposti dallo spazio, ogni singolo partecipante compirà una scelta, che darà indicazioni su:

  • le destinazioni d'uso scelte con maggiori preferenze

  • le vocazioni dei locali e dei piani

  • la relazioni tra le funzioni

  • le performance che i singoli progetti dovranno soddisfare

Queste scelte quindi serviranno non a individuare i progetti, come è ovvio, ma a cogliere delle invarianti che andranno a comporre parte delle indicazioni del bando pubblico per l'affidamento del bene confiscato.

Le indicazioni dell'Amministrazione

Al fine di selezionare le ipotesi migliori l'amministrazione comunale ha individuato una serie di parametri a priori a cui, l'insieme dei progetti e delle funzioni proposte dovranno rispondere:

  • INNOVATIVITÀ: è necessario che vengano individuati delle funzioni che non sono già presenti sul territorio comunale;

  • SOSTENIBILITÀ: è fondamentale che sia prevista la sostenibilità del progetto in tutte le sue declinazioni;

  • COINVOLGIMENTO DEI GIOVANI: è preferibile che i destinatari finali del progetto, ovvero giovani e in particolar modo i giovani appartenenti a fasce sociali disagiate, facciano parte dell’iter di ideazione e di gestione del progetto;

  • MASSIMA APERTURA: è preferibile la combinazione di idee progettuali che prevedano il numero massimo di ore di apertura del bene;

  • PROGRAMMAZIONE: è preferibile la combinazione di idee progettuali che proporrà il numero maggiore di eventi annuali;

  • PUBBLICO: è preferibile la combinazione di idee progettuali capaci di attrarre il maggior numero di persone durante le attività proposte;

  • INCIDENZA NEL TESSUTO SOCIALE: è preferibile la combinazione di idee progettuali che prevedano la massima incidenza nel tessuto sociale in cui si propongono di intervenire.

Il percorso successivo

Le idee e le indicazioni che emergeranno durante l’incontro costituiranno la base di lavoro su cui un gruppo di esperti elaborerà, di concerto con l’amministrazione comunale, le indicazioni che andranno a comporre il bando di affidamento. Quest’ultimo avrà come scopo quello di selezionare, non solo delle idee progettuali, ma soprattutto dei soggetti con competenze interessanti e che saranno coinvolti nel successivo percorso di co-progettazione.

Detto percorso, guidato dall’amministrazione comunale insieme ad un gruppo di esperti selezionati, avrà l’obiettivo di elaborare il progetto complessivo di riuso di Villa Fernandez.

Il bando, dunque, individuerà:

- le idee progettuali e le competenze da coinvolgere nel percorso di co-progettazione che diventeranno poi affidatari di uno o più spazi all’interno della Villa;

- il soggetto che coordineranno le attività di co-progettazione e la comunicazione unitaria del progetto; in particolare a questo soggetto verrà richiesto di supportare l’amministrazione e le organizzazioni selezionate nell’individuazione delle connessione tra le varie idee progettuali e, dunque, nell’elaborazione del progetto complessivo.

 

Earlier Event: July 30
workshop2014