cropped-26993283_1692037154212414_3979072422615726402_n.jpg

Workshop di progettazione partecipata per la realizzazione di un itinerario turistico a Porta Capuana

Un diretto e concreto rilancio territoriale passa anche da una valorizzazione culturale e turistica che sia in grado di divulgare in maniera immediata la bellezza, la storia e la multiformità dei luoghi.

Per costruire uno sviluppo turistico sostenibile è importante studiare, approfondire e conoscere le caratteristiche materiali e immateriali di cui i luoghi sono fatti. Crediamo che Il modo migliore per rilanciare e valorizzare un territorio sia costruire un percorso che coinvolga anche e soprattutto le anime di cui quel territorio è composto. Per questo motivo proponiamo la realizzazione di un percorso partecipativo il cui fine sia la progettazione e la pianificazione condivisa di un itinerario del quartiere Porta Capuana basato sui principali elementi d’interesse e attrazione dell’area.

In collaborazione con Cooperativa Dedalus e Migrantour


cropped-26993283_1692037154212414_3979072422615726402_n.jpg

#VIATORINO16

Dopo 40 anni la CGIL di Napoli cambia casa, noi vogliamo raccogliere i ricordi e le storie delle persone che ci sono passate.  Per questo nasce questo progetto: una raccolta di foto, storie e interviste che cercando di costruire una memoria collettiva degli ultimi 40 anni di battaglie sindacali, campagne per i diritti e speranza di un mondo migliore. Attraverso il sito www.viatorino16.it si possono inviare foto, racconti e materiali e collaborare alla costruzione di una memoria collettiva su quello che è stato un luogo molto importane per la città e per il sindacato.


Schermata 2018-09-22 alle 11.32.07.png

This Must be the Place

Abitare i luoghi vuol dire costruire relazioni profonde in cui lo spazio interagisce in maniera attiva con le azioni. Questo nesso costruisce legami tra le storie di vita e i luoghi, fino a rendere inscindibile ricordi, azioni e sentimenti dal contesto nel quale sono avvenute. Per questa ragione ricostruire la natura di questi legami è utile alla piena definizione dell’individuo e, di conseguenza, allo sviluppo di una società più coesa. Allo stesso modo è importante conoscere gli strumenti i quali agire suoi luoghi. Strumenti che si differenziano per disponibilità di tempo, capacità di impiego di risorse economiche e relazionali, tipologia di spazio e desideri espressi. Il contributo che Aste & Nodi intende dare al progetto is must be the place realizzato da Actionaid cerca di indagare questo nesso e di fornire la conoscenza di strumenti, tattiche e strategie per riavvicinare le persone ai luoghi.


Schermata 2018-09-22 alle 11.26.35.png

L’arte in Gioco Per lo sviluppo, coesione sociale e benessere delle periferia urbana

Un premio dedicato a giovani artisti under 35 che sapranno raccontare al meglio le trasformazioni in corso nel quartiere di Porta Capuana, Napoli. Il nostro contributo in questo progetto è creare relazioni e connessioni con gli abitanti del quartiere, accompagniamo gli artisti a conoscere le persone, le associazioni, i commercianti del territorio per creare sinergie biderezionali che arrichiscano il lavoro dell’artista e restituiscano agli abitanti il ruolo privilegiato che gli spetta nella produzione culturale del territorio. Il progetto è Promosso dalla Fondazione Made in Cloister, Fondazione Big Sky e Museo Madre.


35657211_1943981919225341_7960135598625259520_o.jpg

Bella Presenza

“Bella presenza-metodi, relazioni e pratiche nella comunità educante” è progetto con ente capofila la cooperativa Sociale Dedalus di Napoli e del quale siamo tra i 65 partner e nel quale ci occuperemo di scuola e rigenerazione urbana.

Il progetto, finanziato dal Fondo a contrasto della povertà educativa con i bandi dedicati all’adolescenza e gestiti dall’impresa sociale Con i bambini, ha l’obiettivo di ridurre la dispersione scolastica degli studenti delle scuole secondarie di I e II grado. L’ASVAPP è incaricata della valutazione di impatto triennale.


Inside Here

Vivere la città e conoscerla nella sua più autentica essenza, significa coniugarne la storia valorizzando la sua contemporaneità. A questo scopo nasce il progetto Insidehere. Da locali e studiosi della città, riteniamo necessario contribuire a favorire la diffusione di un’ immagine dei luoghi legata alle nostre esperienze e conoscenze, raccontando da un punto di vista “locale” una città creativa, in fermento e in grado di fondere l’antico e la tradizione con il contemporaneo e l’innovazione. In un contesto in cui l’immaginario radicato è influenzato da una forte identità storica, legata al passato e alle tradizioni è più difficile scorgere il nuovo e l’inaspettato. Si perde ciò che si smette di cercare e per far sì che ciò non accada è necessario far emergere l’importanza di alcune componenti sottovalutate della realtà che ci circonda.